22.7 C
Roma
sabato, Luglio 20, 2019
Home Ortopedia e Medicina FIsica Riabilitativa

Ortopedia e Medicina FIsica Riabilitativa

Lombosciatalgie e Lombocruralgie

sindrome dolorosa lombare che si estende all’arto inferiore, interessando il territorio di innervazione del n. femorale o del n. sciatico. Nel primo caso si parla di lombo sciatalgia, nel secondo di: lombocruralgia. Epidemiologia, lombosciatalgie: sono di frequente osservazione nei giovani e negli adulti, ed in soggetticon fattori di rischio professionali Eziologia, lombosciatalgie: Ernia del disco: la più frequente (si associa soprattutto alla lombo sciatalgia!) Le forme tipiche sono: L2-L3, L3-L4, L4-L5 (è quella statisticamente prevalente), o L5-S1 Artrosi ( a causa della presenza di osteofiti artrosici) neurologica: neuropatia diabetica, neuropatia alcolica, Herpes Zoster, SLA, Sindrome di Guillan-Barrè, sclerosi multipla Tumori (primitivi: emangioma, osteoma osteoide, osteoblastoma, mieloma, osteosarcoma; metastasi), Cisti, oppure TBC Stenosi del rachide: idiopatica od artrosica; simile all’ernia del disco, ma prevale negli adulti-anziani, spesso bilaterale e pluriradicolare; si presenta con la sintomatologia caratteristica di una claudicatio intermittente . L’ernia del disco: Epidemiologia: colpisce soprattutto gli uomini di età tra i 35-50 aa.; è la causa maggiore di lombosciatalgia

Test di Ober

Definizione Il test di Ober è una manovra semeiologica per valutare la flessibilità della bandelletta ileotibiale (retratta soprattutto in corso di periartrite coxofemorale extrarticolare esterna). Procedura Paziente...

Instabilità della spalla

Anatomia spalla L’articolazione della spalla è definita “ complesso articolare scapolo – omerale”, poiché per il movimento della testa dell’omero, è necessario l’intervento di molteplici  articolazioni: 1...

Sindrome del Tunnel Carpale

neuropatia irritativa e/o compressiva del nervo mediano. Richiami di anatomia. Il tunnel carpale è un canale localizzato al livello del polso, formato dalle ossa carpali sulle quali è teso il legamento traverso del carpo: un nastro fibroso che costituisce il tetto del tunnel, inserendosi, da un lato, sulle ossa scafoide e trapezio e dall'altro su piriforme ed uncinato. Sindrome del tunnel carpale, epidemiologia: la patologia prevale nel sesso femminile (F:M=3,8:1) e nelle ultraquarantenni; può coinvolgere uomini, in genere trentenni; è stato calcolato un tasso del 3,4% per le donne e dello 0,6% per gli uomini, ma si stima che sia presente in un ulteriore 5,8% delle donne non diagnosticata (De Krom et al. J Clin Epidemiol 1992;45:373-6). I soggetti più colpiti sono gli addetti al settore manifatturiero, elettronico,tessile, alimentare, calzaturiero, pellettiero, come pure gli addetti al confezionamento pacchi, cuochi di albergo, e gli addetti ai pubblici esercizi

Miastenia Grave (MG) o myasthenia gravis

Miastenia grave, definizione: malattia autoimmune della placca neuromuscolare, provocata da anticorpi anti-AChR (ovvero anti-recettore dell’acetilcolina), che si legano al di fuori del normale sito...

Laser terapia

LASER: acronimo di Light Amplification Simulated Emission of Radiationà amplificazione della luce ottenuta per emissione stimolata di radiazioni Note storiche: La laserterapia è una forma abbastanza recente...

Osteoporosi

Definizione: per osteoporosi si intende una condizione predisponente al rischio di frattura per una diminuita resistenza ossea. Si tratta, quindi, di un fattore di...

Onde d’urto

Onde d'urto Introduzione: Per Medicina Fisica si intende l’utilizzo di particolari forme di energia in grado di correlarsi con i meccanismi biofunzionali intra ed...
Fibromialgia

Fibromialgia

Fibromialgia - Definizione per fibromialgia si intende un dolore muscolo-scheletrico che si associa a notevoli segni e sintomi in assenza di alterazioni ematochimiche e radiologiche. INFATTI...

Tumori ossei

I tumori ossei possono essere distinti in tumori primitivi, relativamente rari, con un incidenza in Italia pari a un caso su 100.000 abitanti, e in tumori secondari o metastatici, nettamente più frequenti dei precedenti, derivanti soprattutto da neoplasie polmonari e mammarie. I tumori ossei primitivi vengono distinti in tumori benigni e maligni;entrambi vengono classificati in base alla natura delle cellule che predominano nel tumore. Quando ci si trova di fronte ad un sospetto di neoplasia ossea si deve, prima di tutto, cercare di capire se si tratta di una neoplasia primitiva o metastatica e se, in caso li lesione primitiva, questa sia benigna o maligna. Per arrivare alla diagnosi finale ci si avvale di dati clinici (età del soggetto, sede della lesione, sintomi clinici) e strumentali (radiografia, tomografia computerizzata, risonanza magnetica )

Altri Articoli

Non perdere le migliori app per medici aggiornate al 2017
Vai alla lista

Ci segui già sui social?