Regolamento specializzazioni

Cronoprogramma Concorso Specializzazioni in Medicina 2017

  • 06/09/2017 pubblicato in Gazzetta Ufficiale il regolamento di accesso alle Scuole di Specializzazione in Medicina 2017. File in formato .pdf a questo link: Regolamento
  • 29/09/2017 pubblicato il Bando. Contratti statali 6105, contratti regionali 499, contratti da enti privati 72 per un totale di 6676, di cui 210 riservati ai dipendenti del SSN, 21 ai medici militati, e 4 alla polizia di stato.
    File in formato .pdf a questo link: Bando
  • Dal 5 al 16 ottobre 2017: iscrizione al concorso sul sito www.universitaly.it
  • 28/11/2017 Concorso nazionale organizzato in macrosedi: 140 domande in 210 minuti
  • 29/12/2017 Inizio attività didattiche

La sintesi e le novità del regolamento in 10 punti

  1. La data di pubblicazione del bando slitta dal 30 aprile al 31 maggio
  2. Il concorso si svolge in un unico giorno, il test si compone di 140 quiz, prevalentemente clinici, con 5 opzioni di risposta per ogni quesito.
  3. Le prove si svolgeranno in macrosedi, universitarie, gli atenei più piccoli verranno uniti a formare un’unica macrosede
  4. Il CV passa da 15 a 7 punti, scompaiono gli esami caratterizzanti e l’attinenza tesi. Rimangono voto di laurea, media ponderata dei voti; 0.5 in più se la tesi è sperimentale e non compilativa.
  5. Specializzandi e specialisti concorrono senza punti curriculum
  6. Dalla somma del punteggio del test più il CV viene stilata una graduatoria unica di merito.
  7. Successivamente all’uscita della graduatoria ciascun candidato può esprimere sino a 3 preferenze di scuola nella stessa area e “n” preferenza per le sedi.
  8. Terminate le operazioni di scelta da parte dei candidati, il Ministero procederà alla pubblicazione delle assegnazioni dei candidati alle specifiche scuole presso cui risulteranno ammessi in ordine di graduatoria. Pubblicata la graduatoria, il candidato dovrà formalizzare la scelta delle tipologie di Scuola e delle sedi di interesse; la scelta di almeno una sede nei termini indicati dal bando è richiesta a pena di decadenza del candidato dalla procedura concorsuale;
  9. Concluse le operazioni di assegnazione e immatricolazione non sono possibili subentri su posti rimasti non coperti a seguito della mancata immatricolazione o rinuncia da parte dei candidati assegnati o per ogni altra ragione; i contratti rimasti non coperti, sono oggetto di riassegnazione nell’ambito dei contratti di specializzazione per i successivi anni accademici.
  10. In aggiunta ai contratti finanziati con risorse statali, le Scuole potranno attivare altri contratti di pari importo e durata sostenuti con risorse derivanti da donazioni o finanziamenti di enti pubblici o privati