4.1 C
Roma
martedì, 18 Febbraio, 2020
Home Malattie Infettive

Malattie Infettive

Brucellosi

Brucellosi

Brucellosi - Definizione la brucellosi è una zoonosi associata a sepsi Brucellosi - Agente eziologico brucella spp (intracellulari obbligati), un cocco bacillo gram - , asporigeno ed...
morbillo

Morbillo

Il morbillo è una malattia esantematica ad eziologia virale. Morbillo - epidemiologia elevatissima contagiosità, importante causa di morbilità e mortalità soprattutto nei Paesi in via...
tubercolosi

Tubercolosi

Malattia infettiva, causata dal Mycobacterium Tuberculosis (anche chiamato bacillo di Koch), che interessa prevalentemente il polmone, ma che può interessare qualsiasi organo, dall'apparato gastro-intestinale al tessuto osseo. La trasmissione avviene per via aerea attraverso l'espulsione di goccioline di saliva con i colpi di tosse da parte di pazienti con tubercolosi attiva, ovvero pazienti malati in cui i micobatteri siano in attiva repicazione a livello polmonare.
world aids day

Sindrome da Immunodeficienza Acquisita (AIDS)

AIDS - Agente eziologico HIV-1, fa parte della famiglia dei retrovirus, genere lentivirus. Esiste una variante a patogenicità minore, denominato HIV-2, confinato in Africa e...

Candidosi: clinica e gestione del paziente

La Candidosi, conosciuta anche come monoliasi, è un’infezione endogena opportunistica che può colpire tanto la cute quanto le mucose. Le micosi sono malattie parassitarie causate...

I virus dell’influenza e l’influenza

L’influenza è una malattia infettiva acuta, altamente contagiosa provocata dai virus della famiglia degli Orthomyxovirus; Essi risultano distinti in distinti in influenzavirus A, influenzavirus B ed influenzavirus C. L’influenza è una malattia ubiquitaria che può causare epidemie, circoscritte ai mesi invernali: da Gennaio a Marzo nel nostro emisfero, mentre da Luglio a Settembre in quello Boreale. Le forme pandemiche non capitano annualmente ma cadono ogni 10-30 anni. Il virione ha forma sferica ed è provvisto di peplos in questo sono inserite tre glicoproteine, o peplomeri: l’emoagglutinina (HA), la neuraminidasi (NA) e le proteine M1 ed M2 (quest’ultima formante un canale per il passaggio degli ioni calcio).

Malattie da prioni

Le malattie prioniche sono delle malattie neurodegenerative a decorso fatale, determinate dall’accumulo cerebrale di una proteina anomala, la proteina Prionica Scrapie (PrPSc), che rappresenta un agente infettivo atipico.
Neisseria meningìtidis, noto anche come meningococco, è un batterio gram-negativo conosciuto per il suo ruolo come causa della meningite. Infetta soltanto esseri uman ed è l'unica forma di meningite batterica conosciuta che causa epidemie a causa della trasmissibilità per via inalatoria. Diplococco a forma di chicco di caffè.

Meningite

La meningite è l’infiammazione della leptomeninge costituita dalla pia madre, dall'aracnoide e dallo spazio subaracnoidale. La dura madre può essere interessata dal processo infiammatorio per contiguità dando luogo alla pachimeningite.Il processo infiammatorio può estendersi anche all'encefalo ed evolvere in meningoencefalite.

Antibiogramma, linee guida, indicazioni e tecniche interpretative

Definizione di Antibiogramma L'antibiogramma, indicato anche con la sigla ABG, è un esame eseguito in vitro che permette di valutare se un batterio è sensibile ad un...

Altri Articoli

Non perdere le migliori app per medici aggiornate al 2017
Vai alla lista

Ci segui già sui social?