I muscoli della gamba si distinguono in:

  • Muscoli anteriori: M. tibiale anteriore, M. estensore lungo dell’alluce, M. estensore lungo delle dita, M. peroniero terzo;
  • Muscoli posteriori: M. tricipite della sura, M. plantare, M. popliteo, M. flessore lungo dell’alluce, M. tibiale posteriore, M. flessore lungo delle dita;
  • Muscoli laterali: M. peroniero lungo, M. peroniero breve.

Come i muscoli dell’avambraccio, quelli della gamba formano un’ampia massa carnosa prossimalmente che va restringendosi distalmente, dove ritroviamo solo lunghi tendini.

Muscoli anteriori della gamba
Muscoli anteriori e laterali della gamba

 

 

 

 

 

 

Muscoli posteriori della gamba
Muscoli posteriori della gamba

 

 

 

 

 

 

Fossa Poplitea

La fossa poplitea è una regione a forma di losanga che ritroviamo posteriormente al ginocchio. Tale zona contiene principalmente tessuto adiposo, che a sua volta contiene i linfonodi poplitei, vasi ematici (l’arteria e la vena poplitea e le loro rispettive diramazioni) e nervi (nervo tibiale e nervo peroniero, rami terminali del nervo sciatico, e le loro rispettive diramazioni).

I limiti della fossa poplitea sono dati da:

  • SUPERIORMENTE: Estremità inferiore dei muscoli posteriori della coscia
  • INFERIORMENTE: Capi laterale e mediale del muscolo gastrocnemio
  • LATERALMENTE: Muscolo bicipite femorale
  • MEDIALMENTE: Muscolo semitendinoso e muscolo semimembranoso

Tale regione è chiusa superficialmente dalla fascia poplitea.

Il pavimento della fossa poplitea è costituito da:

  • muscolo popliteo
  • faccia poplitea del femore
  • faccia posteriore della capsula articolare del ginocchio
Limiti della fossa poplitea
Strutture vascolari e nervose della fossa poplitea

Bibliografia

  1. Trattato di Anatomia Umana, Primo volume, di G.Anastasi, G.Balboni, P.Motta, Edi Ermes, 2012
CONDIVIDI
Articolo precedenteAmetropie
Articolo successivoGuida sicura e vista: Prevenire incidenti “da poca vista”
Nata a Gagliano del Capo (LE) il 05/05/1989. Diplomata presso il Liceo Scientifico G.C.Vanini di Casarano (LE) con il massimo dei voti. Laureata con lode in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi "G. d'Annunzio" di Chieti con una tesi dal titolo "Diagnosi, timing terapeutico ed outcome nell'Ischemia intestinale acuta". Ha frequentato nell’estate 2012 il Gross Anatomy Course presso la New York University, per poi tornarci l'anno successivo in qualità di tutor.