Fasi di un trattamento radioterapico mediante tecnica conformazionale 3D:

    1. Indicazione alla radioterapia ed accertamento dell’assenza di controindicazioni (es: infiammazioni e fistole nella zona da irradiare)
    2. TC di centraggio e set up del paziente (definizione della posizione e dei punti di repere).
      Nel caso di tumori testa collo si procede alla costruzione di una maschera termoplastica che servirà ad immobilizzare il paziente.
    3. Il pz viene allontanato e inizia la fase di ricostruzione al pc dei volumi e pianificazione del trattamento (tipo di energia da utilizzare, dosi e quantità di raggi da impiegare). Si introducono a tal riguardo i seguenti parametri:
      • GROSS TUMOR VOLUME (GTV): il volume macroscopico del tumore; serve soprattutto a valutare la risposta al trattamento;
      • CTV (Clinical Target Volume) = tumore + linfonodi + tessuti sani da irradiare perché possono esser coinvolti nella storia naturale della malattia;
      • PTV (Planning Target Volume) = CTV + margini di sicurezza per compensare i possibili spostamenti del CTV nel pz ed i possibili errori di set-up (NB i margini di sicurezza variano in base al centro di radioterapia in base a statistiche interne);
      • Organi critici: organo (o tessuto) che, pur essendo clinicamente sano, si trova  in sede adiacente alle radiazioni e rischia di rimanere leso dal trattamento; esempi:
        • midollo spinale: se riceve una dose > 45 Gy,  il paziente avrà paralisi da mielite trasversa;
        • retina, cristallino, chiasma ottico;
        • testa di femore ed omero: possono andare incontro a necrosi ischemica;
        • parotide: il paziente può andare incontro a xerostomia (mancanza di salivazione);

      Inoltre sono parametri di fondamentale importanza nella preparazione ed esecuzione di un trattamento radioterapico:

      Curva di isodose

      La curva di isodose è la linea che unisce tutti i punti che assorbono la stessa dose. Le curve di isodose standard si riferiscono a valori percentuali. Si da il valore 100 ai punti che assorbono il max della dose, e di 90, 80 … ai punti che assorbono rispettivamente il 90, 80..%

      Istogramma dose-volume

      L’istogramma dose-volume(o curva dose volume) illustra quanto volume in percentuale (posto sull’asse y)  assorbe una certa dose di radiazioni (poste sull’asse x). È bene che grandi volumi di organi critici assorbano basse dosi (stiano a sx del grafico) e che grandi volumi tumorali assorbano grandi dosi (stiano a dx del grafico)

    4. Simulazione pretrattamento: il pz viene richiamato e si confrontano la TC di centraggio con una scopia fatta sul momento al simulatore per verificare che le condizioni del pz siano invariate e che i volumi precedentemente delineati coincidano con quelli attuali (il pz può esser ingrassato o dimagrito, la vescica può esser vuota anziché piena, ci può esser una iperperistalsi, etc)
    5. Trattamento mediante collimatore multi lamellare e controllo in itinere mediante immagini portali (TC sovrapposta a scopia al simulatore)
CONDIVIDI
Articolo precedenteDisidratazione
Articolo successivoGalattosemia
Nato il 16/07/1987 a Terlizzi (BA). Maturità scientifica conseguita nel 2006 presso il Liceo Scientifico O. Tedone - Ruvo di Puglia (BA) con voti 100/100. Laureato con lode in Medicina e Chirurgia nel 2012, presso l'Università degli Studi 'G. d'Annunzio' di Chieti-Pescara, discutendo la tesi in oftalmologia con titolo 'STUDIO IN MICROSCOPIA CONFOCALE IN VIVO DELLE GHIANDOLE DI MEIBOMIO NEL GLAUCOMA' con relatore, Prof. Leonardo Mastropasqua. Corsista di Medicina Generale in Puglia da dicembre 2013 ad agosto 2015. Attualmente Specializzando in Oftalmologia presso l'Azienda Consorziale del Policlinico di Bari.