Strie angioidi: Definizione

sono delle alterazioni della lamina elastica della membrana di Bruch (lacerazioni) che si manifestano con delle striature irregolari, spesso pigmentate, emergenti dal nervo ottico che si irradiano in tutte le direzioni.

Si trovano sotto la retina e sopra la neovascolarizzazione coroidea e quindi sono distinguibili dai vasi sanguigni. Sono quasi sempre bilaterali. Altre manifestazioni oculari includono la modificazione ‘a pelle di arancia’, i margini chiari lungo le strie, le lesioni periferiche focali (‘macchie a salmone’), le emorragie, le macchie rosse appaiate lungo la stria, e druse del disco ottico. La pelle d’arancia e altre lesioni pigmentarie possono precedere le strie vascolari che possono non svilupparsi fino alla terza, quarta decade di vita.

Strie Ang

Strie angioidi: Eziologia

La loro presenza è stata per lo più riscontrata in pazienti con pseudoxantoma elastico (PXE), una displasia ereditaria del tessuto elastico che colpisce prevalentemente la pelle, gli occhi, il sistema gastrointestinale e cardiovascolare.

Strie angioidi: Segni e sintomi

calo visivo, metamorfopsie, alterazioni dei colori

Strie angioidi: Diagnosi

Pubblicità

esame del fundus spesso sufficiente e patognomonico; se necessario associare la fluorangiografia.

Strie angioidi: Prognosi

Queste strie rappresentano un segno di debolezza della corioretina e conducono poi alla neovascolarizzazione coroidale, alle cicatrici disciformi e alla degenerazione maculare.
Le principali cause di perdita della vista in tali pazienti sono:
•neovascolarizzazione coroidale
•distacco dell’epitelio pigmentato retinico
•degenerazione maculare

 

 

Bibliografia

http://www.otticafisiopatologica.it/index.php?option=com_content&view=article&id=266:diagnosi-fluorangiografica-di-strie-angioidi-in-pazienti-affetti-da-pseudo-xantoma-elastico&catid=19:articolo-scientifico&Itemid=27

http://www.retina3000.it/strie-angioidi.html

CONDIVIDI
Articolo precedenteCellulite orbitaria
Articolo successivoLa fistola carotido-cavernosa
Nato il 16/07/1987 a Terlizzi (BA). Maturità scientifica conseguita nel 2006 presso il Liceo Scientifico O. Tedone - Ruvo di Puglia (BA) con voti 100/100. Laureato con lode in Medicina e Chirurgia nel 2012, presso l'Università degli Studi 'G. d'Annunzio' di Chieti-Pescara, discutendo la tesi in oftalmologia con titolo 'STUDIO IN MICROSCOPIA CONFOCALE IN VIVO DELLE GHIANDOLE DI MEIBOMIO NEL GLAUCOMA' con relatore, Prof. Leonardo Mastropasqua. Corsista di Medicina Generale in Puglia da dicembre 2013 ad agosto 2015. Attualmente Specializzando in Oftalmologia presso l'Azienda Consorziale del Policlinico di Bari.