OCT

Premessa

Il seguente articolo non intende esaurire in tutte le sfaccettature l’esame oculistico noto come OCT, ne intende porsi in alternativa agli atlanti cui si rimanda per approfondire. L’obiettivo è fornire una panoramica delle applicazioni cliniche e delle patologie che pongono l’OCT come indicazione.

 

Definizione

OCT o Tomografia a Coerenza Ottica è una moderna metodica di imaging che consente la misurazione in vivo dello spessore delle fibre nervose retiniche; è un sistema d’acquisizione basato sull’impiego del laser, studiato con lo scopo di ottenere delle immagini in sezione della retina ad alta risoluzione.

OCT

L’immagine tomografica ottenuta con l’OCT è una mappa di intensità di luce retro diffusa o riflessa dalle strutture dei tessuti. È possibile eseguire una differenziazione degli strati retinici quasi a livello istologico, grazie ad una riflessione della luce a diversa intensità a seconda del tessuto considerato e ad una risoluzione assiale molto alta, risultante dall’utilizzo di una fonte di luce a bassa coerenza e dalla interferometria.

La metodica è anche utilizzata per studiare la geometria del segmento anteriore e prende il nome di Visante OCT.

Pubblicità

L’OCT è paragonato ad una ‘biopsia non invasiva’ o ad una ‘TAC’ dell’occhio.

 

 

 

 

 

Esempio di OCT retina normale

OCT: retina normale e nomenclatura

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Indicazioni cliniche

 

Visante OCT

  • indagine della geometria: pachimetria,  diametri, ed angolo irido-sclero-corneale (di interesse soprattutto nel paziente glaucomatoso)
  • OCT visante

     

     

     

     

     

     

     

     

     

  • leucomi corneali (rapporti con le altre strutture) in modo da programmare il tipo di intervento
  • ulcere / perforazioni corneali
  • sinechie tra iride e cornea
  • follow-up delle ulcere corneali
  • follow-up degli impianti di membrana amniotica (si usa in caso di ulcera grave/ perforazione della cornea)
  • follow-up dei pz sottoposti a cheratoplastica e/o trapianti di cornea. Valutazione complicanze quali: distacco di endotelio ed edema corneale.
  • follow-up dopo chirurgia refrattiva: valutazione eventuale ectasia o instabilità del flap nella lasik
  • follow-up post facoemulsificazione (intervento di cataratta): per fare diagnosi precoce di una possibile complicanza che è il distacco di endotelio
  • diagnosi  precoce di cheratocono in caso di mappa corneale borderline e diagnosi differenziale con l’ectasia post lasik

 

OCT segmento posteriore

– valutazione edema retinico e follow-up per valutare l’efficacia della terapia

OCT: distacco sieroso della neuroretina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

– distacco di retina o retinoschisi

maculopatie: diabetica, senile, giovanile

– valutazione testa del nervo ottico nel paziente glaucomatoso

OCT: papilla nervo ottico

 

 

 

 

 

 

 

 

– Patologie dell’interfaccia vitreo-retinica e distacco di vitreo

 

OCT: puker maculare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

OCT: distacco posteriore di vitreo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

– foro e pseudoforo retinico

OCT: Foro maculare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bibliografia

‘Cornea III ed’ – Autori: Krachmer – Editore: Verduci

‘Semeiotica della cornea’ – Autori: Ferreri , Roszkowska, Mastropasqua

http://oftalmologia.unich.it/index.php/component/k2/item/18-oct-3

http://www.oct.zeiss.com/

CONDIVIDI
Articolo precedenteDonne in maggioranza rispetto agli uomini: Perché?
Articolo successivoAngioedema
Nato il 16/07/1987 a Terlizzi (BA). Maturità scientifica conseguita nel 2006 presso il Liceo Scientifico O. Tedone - Ruvo di Puglia (BA) con voti 100/100. Laureato con lode in Medicina e Chirurgia nel 2012, presso l'Università degli Studi 'G. d'Annunzio' di Chieti-Pescara, discutendo la tesi in oftalmologia con titolo 'STUDIO IN MICROSCOPIA CONFOCALE IN VIVO DELLE GHIANDOLE DI MEIBOMIO NEL GLAUCOMA' con relatore, Prof. Leonardo Mastropasqua. Corsista di Medicina Generale in Puglia da dicembre 2013 ad agosto 2015. Attualmente Specializzando in Oftalmologia presso l'Azienda Consorziale del Policlinico di Bari.