Distrofie corneali

Distrofie corneali – Definizione

patologie ereditarie non infiammatorie, di solito progressive e bilaterali, caratterizzate da alterazioni morfofunzionali conseguente a modificazioni del normale trofismo corneale.

Epidemiologia

Sono considerate malattie rare

 

Distrofie corneali – Classificazione:

  1. anteriori: es: Meesmann (distrofia dell’epitelio)
  2. stromali: es: Schnyder
  3. posteriori: es: Fuchs (distrofia dell’endotelio)

Distrofie corneali – Sintomatologia

Prognosi funzionale varia, da effetti minimi sul visus alla cecità. Tendenzialmente le forme endoteliali tendono a dare appannamento, mentre quelle anteriori possono esordire come erosioni ricorrenti.

Distrofie corneali – Iter diagnostico:

  1. Anamnesi, Visus
  2. biomicroscopia
  3. pachimetria
  4. microscopia confocale: molto spesso l’evidenzia istologica di una funzione anomala della cellula endoteliale è presente molti anni prima che compaiono i segni clinici
  5. visante OCT

 

Distrofie corneali Terapia:

a seconda della sede si può optare per una cheratoplastica perforante (o trapianto di cornea) oppure per una cheratoplastica lamellare superficiale o profonda (o trapianto selettivo; si ricorda che la cornea è composta da 5 strati ed è possibile trapiantare solo gli strati malati).

la cheratoplastica lamellare è un trapianto parziale, ovvero è la sostituzione del  solo strato “danneggiato o patologico”

video degli interventi

operatore Prof Leonardo Mastropasqua direttore della clinica oftalmologica dell’università G. D’annunzio di Chieti-Pescara

  1. Cheratoplastica perforante
  2. cheratoplastica lamellare anteriore
  3. cheratoplastica lamellare posteriore

 

Bibliografia

  1. http://www.scorciaoculistica.it/it/PATOLOGIE-CORNEA-DISTROFIE_CORNEALI
  2. http://www.soiweb.com/patologie10.php
  3. http://www.dottorlovisolo.com/patologie/superficie-oculare-e-cornea/distrofie/
CONDIVIDI
Articolo precedenteCicloplegia
Articolo successivoDistrofia di Fuchs
Nato il 16/07/1987 a Terlizzi (BA). Maturità scientifica conseguita nel 2006 presso il Liceo Scientifico O. Tedone - Ruvo di Puglia (BA) con voti 100/100. Laureato con lode in Medicina e Chirurgia nel 2012, presso l'Università degli Studi 'G. d'Annunzio' di Chieti-Pescara, discutendo la tesi in oftalmologia con titolo 'STUDIO IN MICROSCOPIA CONFOCALE IN VIVO DELLE GHIANDOLE DI MEIBOMIO NEL GLAUCOMA' con relatore, Prof. Leonardo Mastropasqua. Corsista di Medicina Generale in Puglia da dicembre 2013 ad agosto 2015. Attualmente Specializzando in Oftalmologia presso l'Azienda Consorziale del Policlinico di Bari.