tumori ghiandola lacrimale

Tumori ghiandole lacrimali – Epidemiologia

I tumori epiteliali primitivi costituiscono circa un terzo della patologia della ghiandola lacrimale. I tumori benigni rappresentano circa il 55% dei casi e sono rappresentate prevalentemente da adenomi pleomorfi e dacryops, mentre il carcinoma adenoide cistico è la lesione maligna più comune.

I tumori orbitari più frequenti nel bambino sono le cisti dermoidi, tumori benigni di origine mal formativa che comunque se pur benigni devono essere rimossi in quanto suscettibili di crescita anche notevole con la possibilità di danni alla funzione visiva per compressione sul nervo ottico.

Nel bambino sono poi possibili in ordine di frequenza l’emangioma capillare, benigno si manifesta alla nascita o nei primi mesi di vita e cresce rapidamente nel primo anno di vite; il rabdomiosarcoma, tumore maligno di origine mesenchimale.

 

Tumori ghiandole lacrimali –  Classificazione anatomo-patologica

–    tumori delle ghiandole lacrimali non epiteliali (80%): pseudotumor linfoide (iperplasia linfoide benigna atipica) e linfoma (MALTomi per la precisione)
–    tumori delle ghiandole lacrimali  epiteliali (20%):

  • benigni:

•    dacryops: ostruzione cistica dei dotti della ghiandola
•    adenoma pleomorfo o tumore misto benigno (componente sia epiteliale che mesenchimale)

  • maligni:
Pubblicità

•    adenocarcinoma cistico (è la lesione maligna più comune): rapidamente progressivo; sintomo d’esordio è il dolore!)
•    carcinoma muco-epidermoide

 

Tumori ghiandole lacrimali –  Segni e sintomi

I tumori benigni si caratterizzano per un esoftalmo indolente con dislocamento dell’occhio in senso infero-mediale. Al contrario il dolore (segno di invasione neurale) e la diplopia caratterizzano i tumori maligni.

Tumori ghiandole lacrimali – Diagnosi

sospetto clinico da confermare con la TC. Eventualmente Biopsia.

 

Tumori ghiandole lacrimali –  Terapia

–    linfomi: radioterapia
–    tumori epiteliali benigni: dacrioadenectomia
–    tumori epiteliali maligni: orbitotomia laterale secondo Kronlein

L’approccio chirurgico all’orbita dipende dalla sede e dalla dimensione del tumore.

Talvolta attraverso un minimo approccio trans congiuntivale si può rimuovere tumori anche importanti.

Più spesso la creazione di un accesso attraverso la parete ossea laterale si rende necessario per le masse particolarmente voluminose, la parete dopo essere stata rimossa viene riposizionata in modo da avere una restituito anatomica la più completa possibile.

 

Bibliografia

The Wills Eye Manual 4 edizione

http://www.minervamedica.it/it/riviste/minerva-oftalmologica/articolo.php?cod=R12Y2010N01A0017

http://www.marcopuccioni.it/tumoriorbitari.html

http://www.medicitalia.it/blog/oculistica/6182-tumori-ghiandola-lacrimale-cura-angela-lanza-maria.html

[1] Von Holstein SL, Therkildsen MH, Prause JU, et al. Lacrimal gland lesions in Denmark between 1974 and 2007. Acta Ophthalmol. 2013;91:349-354

[2] Shields CL, Shields JA, Eagle RC, et al. Clinicopathologic review of 142 cases of lacrimal gland lesions. Ophthalmology. 1989;96:431-435.

[3] BernardiniFP,DevotoMH,CroxattoJO. Epithelial tumors of the lacrimal gland: an update.Curr Opin Ophthalmol. 2008;19(5):409-413.

[4] Snaathorst J, Sewnaik A, Paridaens D, de Krijger RR, van der Meij EH. Primary epithelial tumors of the lacrimal gland; a retrospective analysis of 22 patients. Int J Oral Maxillofac Surg. 2009;38(7): 751-757.

[5] HeindlLM,JünemannAGM,KruseFE,Holbach LM. Tumors of the lacrimal drainage system. Orbit. 2010;29(5):298-306.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAneurisma Aorta Addominale o AAA
Articolo successivoUn equilibrio delicato [Documentario]
Nato il 16/07/1987 a Terlizzi (BA). Maturità scientifica conseguita nel 2006 presso il Liceo Scientifico O. Tedone - Ruvo di Puglia (BA) con voti 100/100. Laureato con lode in Medicina e Chirurgia nel 2012, presso l'Università degli Studi 'G. d'Annunzio' di Chieti-Pescara, discutendo la tesi in oftalmologia con titolo 'STUDIO IN MICROSCOPIA CONFOCALE IN VIVO DELLE GHIANDOLE DI MEIBOMIO NEL GLAUCOMA' con relatore, Prof. Leonardo Mastropasqua. Corsista di Medicina Generale in Puglia da dicembre 2013 ad agosto 2015. Attualmente Specializzando in Oftalmologia presso l'Azienda Consorziale del Policlinico di Bari.